DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI

documento-valutazione-rischi_bq

Dal 1° giugno 2013, tutte le piccole aziende, che occupano fino a 10 lavoratori, dovranno predisporre il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) utilizzando le procedure standardizzate emanate con il Decreto Interministeriale del 30/11/2012 e non sarà più possibile per i “piccoli” datori di lavoro continuare ad autocertificare l’avvenuta valutazione del rischio.
Il DVR è l’atto conclusivo del procedimento di analisi dei rischi disciplinato dall’art. 28 del Testo Unico Sicurezza (D.Lgs. 81/08). Deve indicare anche le misure di prevenzione e protezione dei lavoratori. La valutazione è obbligatoria, ne è sempre responsabile il datore di lavoro, che non può delegare.

Sanzioni
La mancata valutazione dei rischi comporta l’arresto da tre a sei mesi o l’ammenda da 2.500 a 6.400 €. Sanzioni aumentate per alcune categorie di aziende più a rischio.
Ma il vero pericolo nell’omessa o non adeguata valutazione dei rischi è quello di incorrere nell’imputazione di lesioni colpose o omicidio colposo se si verifica un infortunio ricollegabile all’omessa o incompleta valutazione.

  • Posted in: News
  • Tags:

0 comment(s)

Puoi seguire questo commento via RSS 2.0 feed. Puoi postare il commento, o fare un trackback dal tuo sito.

Vuoi commentare o chiedere qualcosa ?