PIANO CASA LIGURIA – Esclusione aree

Spetterà ai Comuni liguri stabilire quali aree del loro territorio devono essere escluse dal piano casa. Lo ha stabilito la maggioranza di centrosinistra in Regione in una riunione svolta nel pomeriggio di ieri. I gruppi hanno anche deciso di non presentare in Consiglio regionale emendamenti al piano casa della giunta per estendere anche ai manufatti produttivi la possibilità di ampliamenti volumetrici. «Siamo tutti d’accordo – ha detto il capogruppo Pd Michele Boffa – a dare ai Comuni la possibilità di decidere entro 45 giorni dalla entrata in vigore della legge se escludere alcune parti del loro territorio dal piano casa».

Italia Nostra, intanto, respinge il testo base del piano casa ligure e chiede che il provvedimento sia ritirato per presentarne «uno più pensato per le esigenze della Liguria». La richiesta è contenuta in una lettera inviata dal neo presidente regionale di Italia Nostra Roberto Cuneo al Presidente della Regione Claudio Burlando. «La configurazione dell’edilizia ligure è molto differente da quella media italiana per cui è pensata la legge nazionale: è ben diverso un paesaggio articolato in centri storici ed in edilizia immersa in un paesaggio costiero e prezioso, rispetto all’edilizia di pianura articolata in villette e case a schiera».

  • Posted in: Piano casa
  • Tags:

1 comment(s)

Puoi seguire questo commento via RSS 2.0 feed. Puoi postare il commento, o fare un trackback dal tuo sito.

  1. Mar 17, 2010 3:04 tool said:

    good start

Vuoi commentare o chiedere qualcosa ?