VILLA STORICA – Restauro copertura e facciate

vetrina15La situazione attuale dei luoghi presenta infiltrazioni all’interno del fabbricato dovute all’ormai avanzata vetustà dell’intero pacchetto di copertura. Tale manto è costituito da tegole marsigliesi e coppi di colmo distribuite su quattro falde principali. A perimetro della copertura è presente un cordolo “frangi-vento” che presenta vistosi cedimenti strutturali al punto da essere in alcune zone decisamente pericoloso.

Sulla falda sud del tetto c’è una terrazza alla quale si ha accesso tramite una sorta di “tunnel” soprastante alla scala di collegamento col piano sottotetto; la copertura di questo è costituita da una lamiera metallica in pessime condizioni conservative.

Il portale di accesso al terrazzo sopraccitato, così come parapetti e pavimentazione di quest’ultimo versano nelle stesse condizioni di degrado con evidenti fenomeni fessurativi e che lasciano presagire ad un deterioramento continuo nel corso del breve periodo.

Le facciate dell’edificio presentano numerosi decori e modanature, chiaramente risalenti al periodo di prima costruzione dell’abitazione. Anche se in buono stato conservativo in alcune parti si possono notare fenomeni di distaccamento.

Nella loro globalità i prospetti dell’edificio non mostrano problemi profondi all’intonaco; si può notare solamente uno strato di sporco dovuto all’esposizione agli agenti atmosferici.

Le facciate non presentano tinteggiatura ma la loro finitura è costituita da un particolare impasto di malte molto resistente nel tempo.

La posa della nuova copertura verrà effettuata su pannelli sottotegola realizzati con schiuma poliuretanica rigida a celle chiuse, portanti e isolanti termicamente, in modo da migliorare l’efficienza energetica di tutto il fabbricato.

Il tunnel di collegamento col piano sottotetto descritto nel capitolo precedente sarà demolito e ricostruito sostituendo la lamiera metallica presente con una grande conversa in rame (o altro materiale adatto ancora da decidersi) ancorata alla struttura a “botte” esistente ed opportunamente risanata.

Il portale di accesso al terrazzo presente in copertura ed i parapetti verranno ristrutturati senza cambiare né le caratteristiche architettoniche esistenti, né la geometria e le dimensioni.

Il muretto frangivento perimetrale sarà totalmente demolito e ricostruito con le stesse dimensioni e con la stessa tipologia di quello presente. Tale opera si rende necessaria sia per eliminare il pericolo di distaccamento di pezzi di calcestruzzo sia per consentire la posa della nuova copertura e dei pannelli isolanti, opera che diventerebbe estremamente difficoltosa dovendo mantenere il cordolo frangivento.